Zuppa Inglese di recupero & Co. – “Il Territorio in un boccone” alla Metro Academy di Bologna

Conoscete Metro Italia Cash and Carry? E le loro Metro Academy? Se non ne avete mai sentito parlare, beh, questa è l’occasione giusta per scoprire qualcosa in più su questa bellissima realtà e sull’evento “Il territorio in un boccone” al quale ho avuto il piacere di partecipare proprio in questi giorni.

Nelle cinque Metro Academy sparse su tutto il territorio italiano si svolgono giornalmente showcooking e dimostrazioni di cucina per testare i prodotti Metro Italia accompagnando il cliente nella sua esperienza di acquisto. Una maniera pratica ed intelligente dell’azienda di mettere a disposizione dei professionisti del settore il proprio know-how con il fine di diffondere la cultura gastronomica italiana ed offrire un’importante occasione di formazione professionale.

TERRITORIO IN UN BOCCONE METRO ITALIA

Anche gli appuntamenti “Il territorio in un boccone” nascono con lo scopo di valorizzare le eccellenze gastronomiche territoriali le quali, nella cornice della Metro Academy di Bologna, lo scorso lunedì 11 giugno sono state rielaborate in chiave moderna strizzando l’occhio alla filosofia antispreco. Metro Italia, infatti, è da anni impegnata nella lotta agli sprechi alimentari e, per l’occasione, insieme allo chef Daniele Caldarulo e al resident chef Giancarlo Conoscenti ha pensato ad un menu “del riciclo” nel quale io e tutti i presenti ci siamo cimentati mettendo le mani in pasta.

BLOGGER TERRITORIO IN UN BOCCONE METRO ITALIA

Insieme agli chef e ad alcuni dei blogger presenti

Tre portate: antipasto, primo e dolce… e io non potevo che far parte del team dolce, dove insieme ad altre quattro amiche foodie abbiamo preparato una buonissima zuppa inglese di recupero con decorazione di meringa (perché con gli albumi avanzati dalla crema pasticcera dovevamo pur inventarci qualcosa, o no? In cucina non si butta via niente!). Gli altri ragazzi invece hanno preparato una freschissima tartare di ricciola al succo di barbabietola e zenzero, pesca nettarina e sfera di sale di cervia e degli gnocchi di pane avanzato e spinaci su gelè ai due pomodori, tutti piatti belli e buoni a base di ingredienti di recupero che hanno così trovato un nuovo posto in cucina.

TARTARE DI RICCIOLA AL SUCCO DI BARBABIETOLA

GNOCCHI DI PANE AVANZATO E GELATINA DI POMODORO

E siccome mi sento particolarmente buona vi lascio anche la ricetta del nostro cavallo di battaglia firmato dallo chef Caldarulo! Provate questa zuppa inglese… è squisita!
Nel frattempo a me non resta che aspettare la prossima tappa de “Il territorio in un boccone” per un’altra serata divertente e interattiva dove mettersi alla prova, conoscere nuovi amici e rubare qualche segreto agli chef!


L’ALTRA ZUPPA INGLESE
(zuppa inglese di recupero con meringa)

Difficoltà: facile

INGREDIENTI

Per la crema pasticcera:

  • 400 ml di latte fresco intero
  • 100 ml di panna fresca liquida
  • 5 tuorli (da uova pastorizzate)
  • 150 g di zucchero semolato
  • 45 g di maizena
  • una bacca di vaniglia (semi)
  • un limone non trattato (scorza intera)
  • 50 g di cioccolato fondente al 70% (bottoni/gocce o scaglie fini)

Per la meringa:

  • 5 albumi (da uova pastorizzate)
  • 200 g di zucchero a velo

Per assemblare:

  • 400 g di ritagli di pan di spagna
  • alchermes q.b.

PROCEDIMENTO

Per la crema mettete in un pentolino il latte, la panna, la scorza di limone e i semi della  bacca di vaniglia e portate a sfiorare il bollore. A parte, in una boule mescolate lo zucchero e la maizena, aggiungete poi i tuorli e mescolate bene con le fruste elettriche.  Quando è pronto versate il composto di latte e panna in quello di tuorli facendolo passare per un colino, mescolate nuovamente con le fruste e rimettete sul fuoco a fiamma medio-dolce per far addensare mescolando costantemente con una frusta a mano. Una volta pronta togliete la crema dal fuoco, mescolate energicamente per qualche minuto per farla raffreddare un po’, poi dividetela in due parti uguali e in una parte aggiungete il cioccolato. Coprite ora le due creme con pellicola a contatto e fate raffreddare completamente. Successivamente inseritele in due sac à poche.

Per la meringa mettete in una planetaria gli albumi a temperatura ambiente e incorporate lo zucchero a velo poco per volta fino ad ottenere una montata a neve ben ferma aumentando gradualmente la velocità delle fruste. Trasferitela in una sac à poche.

Procedete con l’assemblaggio del dessert andando a riempire dei bicchierini con uno strato di crema pasticcera al cioccolato, poi uno strato di crema pasticcera classica, uno strato di ritagli di pan di spagna e infine l’alchermes. Ripetete l’operazione fino a quando il bicchierino non sarà colmo, completate con la meringa e fiammeggiate. Decorare a piacere con foglie di menta, frutti di bosco e zeste di lime.

MONOPORZIONI DI ZUPPA INGLESE CON MERINGA

NOTE

  • Se le uova non sono pastorizzate, quando gli albumi saranno ben montati al posto dello zucchero a velo dovrete aggiungere a filo nella planetaria uno sciroppo di zucchero portato alla temperatura di 120° C per poi continuare a montare fino a completo raffreddamento del composto. Lo scriroppo di zucchero si prepara con 250 g di zucchero disciolti a fuoco dolce in 50 ml d’acqua. Indispensabile per questa preparazione è un termometro da pasticceria.

Se provate una mia ricetta e pubblicate una foto su Instagram, ricordate di taggarmi (@saraguida5) o di usare l’hashtag #perAmore_ciboinviaggio.
Sarò felicissima di vedere quello che avrete preparato!

Sara

Un pensiero su “Zuppa Inglese di recupero & Co. – “Il Territorio in un boccone” alla Metro Academy di Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...