strudel di pane con mele, radicchio e brie

STRUDEL DI PANE CON MELE, RADICCHIO E BRIE

Avete mai mangiato uno strudel di pane? Uno strudel un po’ diverso dal solito che al posto della classica sfoglia o brisè si prepara con una pasta lievitata soffice e avvolgente. L’idea mi è venuta ripensando ad una ricetta vista la scorsa estate su una rivista di cucina, unita alla voglia matta di creare un piatto salato in cui le mele fossero protagoniste. Ecco quindi il mio strudel di pane con mele, radicchio e brie. Un piatto molto sfizioso e dalle note agrodolci che rimane morbido per giorni, un perfetto antipasto per le cene con gli amici, le vostre feste casalinghe o semplicemente un aperitivo diverso dai soliti per accompagnare un buon calice…

Provatelo e vi conquisterà al primo morso! Un gioco di consistenze e sapori perfettamente riuscito seppur azzardato e tutt’altro che tradizionale.

strudel di pane con mele, radicchio e brie


STRUDEL DI PANE
CON MELE, RADICCHIO E BRIE

INGREDIENTI

Per l’impasto:

  • 200 di farina tipo 0
  • 100 g di farina di farro/kamut
  • 4 g di lievito di birra secco
  • 150 ml d’acqua tiepida
  • un cucchiaino di zucchero
  • 5 g di sale
  • 4 cucchiai di olio evo
  • latte + albume q.b. per spennellare + semi di sesamo

Per la farcia:

  • 150 g di brie
  • metà cipolla rossa dolce
  • una mela grande (tipo fuji)
  • metà radicchio rosso tondo
  • 30 g di uvetta
  • granella di nocciole q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • acqua q.b.
  • olio evo q.b.
  • un cucchiaino di zucchero

PROCEDIMENTO

Unite nella ciotola della planetaria le due farine insieme al lievito e mischiate. Con la foglia iniziate ad impastare versando man mano l’acqua tiepida in cui avrete disciolto lo zucchero. Quando l’acqua sarà stata assorbita unire il sale e successivamente anche l’olio a filo. Lasciate la macchina impastare fino a quando tutto il panetto si sarà raccolto attorno alla foglia ed avrà assunto un aspetto omogeneo. Montate ora il gancio e fate incordare l’impasto fino a quando non risulta liscio e ben compatto. Impastate ora brevemente a mano sul piano di lavoro, pirlate il panetto e riponetelo in una ciotola oleata poi coperta con pellicola per alimenti. Lasciate lievitare in forno spento fino a quando non triplica di volume.

Nel frattempo preparate la farcia: fate appassire in una padella antiaderente la cipolla tagliata in maniera grossolana con un po’ di olio evo, poi unite la mela fatta a pezzettini (vi consiglio di farli piccoli) e un cucchiaino di zucchero. Mescolate e fate cuocere ancora a fuoco medio basso, poi aggiungete un po’ d’acqua e coprite con un coperchio. Quando le mele si saranno ammorbidite, unite anche il radicchio a striscioline, salate e pepate e rimestate di tanto in tanto fino a quando anche il radicchio sarà cotto. Completate con la granella di nocciola e l’uvetta (quest’ultima precedentemente fatta rinvenire in acqua calda per una decina di minuti), mescolate bene e mettete da parte.

strudel di pane con mele, radicchio e brie

Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, stendetelo su un foglio di carta forno leggermente infarinato dandogli la forma di un rettangolo (spessore: 4mm circa). Posizionate il lato corto verso di voi e farcite lo strudel lungo tutta la parte centrale avendo cura di lasciare liberi sia il bordo inferiore che quello superiore (sul fondo le fettine sottili di brie e sopra il resto). A questo punto ricavate tante striscioline dal restante impasto sia sul lato destro che su quello sinistro e chiudete lo strudel portando verso l’interno prima il bordo superiore e quello inferiore e poi una ad una tutte le striscioline, alternando destra e sinistra per ottenere l’effetto treccia. Rimettete lo strudel in forno a lievitare per un’altra oretta, poi spennellatelo in superficie con un mix di latte e albume, cospargete con abbondanti semi di sesamo e infornatelo in forno statico già caldo a 180° per una quarantina di minuti circa. Vi consiglio di monitorare costantemente la cottura per evitare che bruci: se sul fondo dovesse risultare ancora crudo ma scuro in superficie, vi consiglio di coprire lo strudel con un foglio di alluminio e di abbassare la teglia di una posizione. Una volta sfornato, fare intiepidire su una gratella e servire.

NOTE

  • Questo impasto lievitato si presta ad essere farcito come più vi piace!
  • Lo strudel di pane rimane morbido per giorni se chiuso in un portatorte.

Se provate una mia ricetta e pubblicate una foto su Instagram, ricordate di taggarmi (@saraguida5) o di usare l’hashtag #perAmore_ciboinviaggio.
Sarò felicissima di vedere quello che avrete preparato!

Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...