TORTA PASQUALINA

MINI PASQUALINE

Ho assolutamente un debole per le torte salate e voi lo sapete bene. Con l’inizio della bella stagione e dei pic-nic all’aria aperta, Pasquetta prima fra tutte, do sfogo alla mia fantasia e mi diverto a preparare stuzzichini di ogni tipo con primizie sempre diverse. Quest’anno, però, la Signorina Primavera sta facendo un po’ la preziosa e per le primizie tocca ancora pazientare. A Pasqua invece possiamo consolarci con un classico che è sempre valido e che, personalmente, non mi delude mai: la Torta Pasqualina! Io ho solo pensato ad un modo diverso di presentarla, ma il ripieno è quello che conoscete tutti: ricotta, erbette e uova.

TORTA PASQUALINA

Questa torta rustica ha origini liguri molto antiche e nella sua versione tradizionale era composta da ben 33 sfoglie di pasta tirate sottilissime, in onore degli anni di Cristo. Attualmente ne esistono molte varianti, con croste più o meno croccanti e spesse. Io ho pensato di usare la pasta fillo perché ricrea un effetto a “cestino” molto bello da vedere (oltre che buono da mangiare!) e perché permette di imitare in maniera un po’ più veritiera la composizione a strati. Phyllo, in greco, significa infatti “foglia” e la sua scenografica leggerezza si riflette anche negli ingredienti di cui è composta, visto che per prepararla non vengono impiegati grassi!

L’idea delle monoporzioni rende questa torta adatta anche come antipasto al piatto e devo ammettere che in tavola fa la sua figura! Le uova di quaglia poi, così piccole e delicate, sono perfette per le Mini Pasqualine e vorrei rassicurare chi non le ha mai provate perché il loro gusto è identico a quello delle uova di gallina. Una farcia davvero ricca e golosa, profumata con abbondante maggiorana fresca, buona tiepida o anche fredda… un successo assicurato! E voi, siete pronta ad offrirla ad amici e parenti?


MINI PASQUALINE

Difficoltà: facile

INGREDIENTI (per 6 crostatine o per uno stampo tondo di Ø20cm)

  • pasta fillo q.b.
  • olio evo q.b.
  • 300 gr di erbette (biete o spinaci)
  • metà spicchio d’aglio
  • 200 gr di ricotta fresca
  • un uovo
  • 50 gr di parmigiano grattugiato (opzionale)
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • maggiorana fresca q.b.
  • 6 uova di quaglia (oppure 3 uova normali in caso di un’unica torta)

PROCEDIMENTO

Partite dalle erbette e fatele appassire il padella con un filo d’olio e un po’ d’aglio che poi toglierete prima di aggiungere gli altri ingredienti della farcia. Fate intiepidire, scolate se necessario, sminuzzate bene e poi unitele in una ciotola con la ricotta, l’uovo, il parmigiano, la maggiorana fresca tritata e aggiustate di sale e pepe. Mescolate molto bene e lasciate da parte.

A questo punto prendete gli stampi per crostatine, oliateli leggermente e, dopo aver steso il rotolo di pasta fillo, prendetene solo 6 fogli e (soprapposti) tagliateli in 6 quadrati uguali. Iniziate ora a “foderare” gli stampi in questo modo: ad ogni stampo corrisponderà un “quadrato” di pasta fillo composto da 6 fogli; questi fogli quadrati andranno sovrapposti singolarmente e in maniera un po’ disordinata avendo cura di spennellarli con un po’ d’olio prima di posizionare quello successivo. Dopo l’ultimo foglio, versate un po’ di ripieno e passate allo stampo successivo. Una volta ultimato questo lavoro, con il dorso di un cucchiaino ricreate un incavo al centro del ripieno di ogni pasqualina e rompeteci dentro un uovo di quaglia. Infornate in forno ventilato già caldo a 180° per dieci minuti, poi coprite tutto con un foglio di alluminio e continuate per altri 10/12 minuti circa (se non coprite le pasqualine, la pasta fillo si brucerà). Sfornate e lasciate intiepidire.

TORTA PASQUALINA

NOTE

  • Una variante molto diffusa prevede l’uso di carciofi o di piselli al posto delle erbette.
  • In alternativa alla pasta fillo potete usare la pasta matta (molto simile alla pasta usata nella versione tradizionale a base di acqua, farina e olio). La mia ricetta della pasta matta la trovate qui (eliminate l’aneto).
  • Per chi volesse realizzare una torta unica il procedimento è lo stesso: basterà usare poco più della metà delle sfoglie della pasta fillo, questa volta intere, che dovranno fuoriuscire dallo stampo in modo da ripiegarle verso l’interno una volta inserita la farcia. Per coprire il tutto, usate le altre sfoglie intere che avete tenuto da parte. Ricordate di spennellare la superficie con un velo d’olio evo prima di infornare.
  • Se non avete gli stampi per crostatine, usate quelli per muffin (ne verranno più di 6).

Se provate una mia ricetta e pubblicate una foto su Instagram, ricordate di taggarmi (@saraguida5) o di usare l’hashtag #perAmore_ciboinviaggio.
Sarò felicissima di vedere quello che avrete preparato!

Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...